Questo sito utilizza i cookies per migliorare servizi e esperienza dei lettori. La prosecuzione della navigazione, comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookies.

Comune di Varese
Fondazione Cariplo

All’interno dei Giardini Estensi, racconta con reperti talvolta unici la preistoria europea, dal Neolitico all'età del Bronzo, e la protostoria del territorio locale. L’isolino del Lago di Varese, il Pizzo di Bodio-Bodio Lomnago e la Cultura di Golasecca testimoniano infatti la storia antichissima di questi luoghi. La successiva e progressiva assimilazione culturale da parte di Roma è ripercorsa nella sezione romana. Il racconto della storia ci conduce fino al grandioso dipinto di Eleuterio Pagliano Sbarco dei Cacciatori delle Alpi a Sesto Calende, dove un progetto multimediale site specific narra le vicende della battaglia di Varese del 1859.
La Villa deve il proprio nome al luogo, posto storicamente al limitare della città, da cui ammirare il panorama sul Lago di Varese.

Video

 

Audioguide (download in formato mp3 - Italiano):

 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 


Audioguides ( mp3 download - English):

01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11


IL MUSEO
Il Museo Civico Archeologico di Villa Mirabello ha una tradizione antica e strettamente legata al territorio e alla conseguente scoperta di numerosi siti palafitticoli che lo hanno reso famoso nell'ambito della preistoria europea. Il primo nucleo della collezione, raccolta di documenti e reperti della storia varesina dalle origini all'epoca risorgimentale, fu costituito nel 1871 con la fondazione del "Museo Patrio" per volontà di studiosi ed appassionati locali che, all'indomani dell'Unità d'Italia, furono animati da sentimenti legati all'identità nazionale, interessi rivolti alla storia locale e ai recentissimi avvenimenti politici, assieme al clamore per le coeve scoperte archeologiche.
Tra questi studiosi  il Marchese Andrea Ponti, grande mecenate, che tra il 1875 e il 1880,  promosse le ricerche archeologiche nei siti preistorici dei laghi varesini e in particolare all'Isolino Virginia di cui era proprietario, creando la base della prestigiosa collezione donata al Museo di Varese dai suoi nipoti nel 1924.


SEZIONE PREISTORICA E PROTOSTORICA
Villa Mirabello conserva materiali preistorici del Varesotto che vanno dal Neolitico all'età del Bronzo. Oltre che dall'Isolino del Lago di Varese, i materiali provengono dall'abitato neo-eneolitico di Pizzo di Bodio – Bodio Lomnago. I due siti di Biandronno e Bodio rientrano dal 2011 nella Lista del Patrimonio Unesco quali Siti palafitticoli preistorici dell'arco alpino.
Per quel che riguarda la Protostoria, è ben rappresentata la Cultura di Golasecca.
La sezione segue un criterio cronologico che affianca all'esposizione dei reperti una ricca pannellistica che contestualizza gli stessi nell'ambito della storia del territorio, della ricerca archeologica e ricostruisce ritmi e gesti della vita quotidiana del tempo.


SEZIONE ROMANA
La sezione raccoglie i materiali del territorio varesino che meglio testimoniano la progressiva assimilazione da parte di Roma delle popolazioni cisalpine locali al costume e all'organizzazione politico-amministrativa e sociale del mondo romano, con reperti provenienti, per la quasi totalità, da necropoli. Tra questi le preziose monete di età repubblicana e imperiale, il famoso peso in bronzo a forma di astragalo da Biandronno, la coppa di vetro detta Cagnola, dal nome del nobile proprietario Guido Cagnola, e la monumentale tomba di Bruzzano Milanese, dono del marchese Gianfelice Ponti, con l'eccezionale stamnos in bronzo.
A conclusione del percorso un lapidario che raccoglie iscrizioni di età romana oggi di grande interesse storico, economico e sociale.

 


Museo Civico Archeologico di Villa Mirabello

Piazza Motta 5

21100 Varese

T + 39 0332255485

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

ORARI:
martedì-domenica: 9.30-12.30 e 14-18

CHIUSURA:
lunedì (escluso lunedì dell'Angelo), 1 gennaio, 6 gennaio, S. Pasqua, 1 maggio, 1 novembre, 25 dicembre, 24 e 31 dicembre al pomeriggio

PREZZI:
Intero: € 4,00
Ridotto: € 2,00 fino ai 25 anni, gruppi (almeno 10 persone), militari, tessere ACTL, TCI, FAI, Federalberghi, Family Card, VareseCorsi
Scuole: € 1
Gratuito: disabili, bambini fino ai 6 anni, insegnanti accompagnatori di scolaresche
Cumulativo per tutti i Musei Civici: € 5,00 (valido tutto l'anno)
 Abbonamento Musei Lombardia MIlano

Mappa

Tripadvisor

 



SEZIONE RISORGIMENTALE
All'interno di Villa Mirabello la sezione risorgimentale racconta le vicende attorno allo sbarco dei Cacciatori delle Alpi a Sesto Calende, avvenuto il 23 maggio del 1859, e alla battaglia di Varese di tre giorni dopo, cioè il principio della seconda guerra d’indipendenza, che portò alla liberazione dell’intera Lombardia.
"Lo spettacolo del Risorgimento" presenta la tela monumentale eseguita da Eleuterio Pagliano nel 1865, Lo sbarco dei Cacciatori delle Alpi a Sesto Calende, opera animata grazie a proiezioni di luci e colori che sembrano scaturire dal dipinto e che illuminano, nel corso del racconto, porzioni di tela assieme ai suoi personaggi: una performance di luci, suoni e parole, dove arte e storia si fondono in uno spettacolo emozionante.


Sezione Risorgimentale

Piazza Motta 5

21100 Varese

T + 39 0332255485

Ufficio didattica: + 39 0332255473

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LO SPETTACOLO DEL RISORGIMENTO Visite guidate per le scuole 

 

ORARI:
martedì-domenica: 9.30-12.30 e 14-18
Lo spettacolo si svolgerà ogni giorno alle ore 11.00 e alle ore 16.00, su richiesta in orari diversi.

CHIUSURA: lunedì (escluso lunedì dell'Angelo), 1 gennaio, 6 gennaio, S. Pasqua, 1 maggio, 1 novembre, 25 dicembre, 24 e 31 dicembre al pomeriggio

PREZZI:
Ingresso: € 2,00
Abbonamento Musei Lombardia
Gratuito durante tutto il periodo Expo, fino al 31 ottobre 2015

Mappa

 

Resta sempre aggiornato sugli eventi culturali a Varese